Arbitrato telematico

Arbitrato telematico è il primo software progettato e sviluppato secondo quanto disposto dal Decreto del Ministero della Giustizia recante modalità per costituire camere arbitrali, di conciliazione e organismi di risoluzione alternativa delle controversie di cui agli articoli 1, comma 3 e 29, comma 1, lettera n), della legge 31 dicembre 2012, n. 247.

Il nostro sistema web-based “Arbitrato Telematico” vuole rappresenta ed essere una innovazione  nello scenario del legal software, proprio per colmare quella necessità da parte dei COA e delle relative Camere Arbitrali e di Conciliazione costituite al proprio interno di avere uno strumento informatico capace di gestire, ottimizzare, monitorare ogni adempimento fondamentale per il corretto funzionamento dell’Arbitrato e delle Conciliazioni.

Lo scenario legislativo degli ultimi anni ha spinto verso la degiurisdizionalizzazione del contenzioso e con il decreto legge 12 settembre 2014, n. 132 convertito in legge 10 novembre 2014, n. 162 si è data maggiore forza proprio alla gestione arbitrale in seno al Consiglio dell’Ordine.

Arbitrato Telematico è studiato per permettere un corretto funzionamento delle Camere Arbitrali e di Conciliazione presso i COA utilizzando gli stessi criteri applicati al processo civile telematico, permettendo migliore servizi con maggiore efficienza e comprimendo i costi di gestione.

Arbitrato Telematico permette una configurazione dei modelli di rotazione degli incarichi previsti per norma, attraverso una configurazione iniziale basata sui criterio oggettivi quali:

  •  Data Iscrizione all’Albo degli Arbitri e Conciliatori
  • Data Iscrizione presso COA
  • Data di nascita
  • Ordine alfabetico

Tali criteri possono essere combinati fra di essi potendo scegliere in oltre se utilizzare un ordine crescente o decrescente. Comunque è possibile applicare ulteriori eventuali criteri di turnazione concordandoli direttamente con il COA.

Arbitrato Telematico è in linea a quanto previsto dall’art. 10 comma 2 lettera a) del citato Decreto Ministeriale che prevede che la segreteria sia dotata di un registro informatico per ogni procedimento della camera arbitrale e di conciliazione, con le annotazioni relative al numero d’ordine progressivo,  all’oggetto del conflitto, ai dati identificativi delle parti, agli arbitri o al  conciliatore, alla durata del procedimento e al relativo esito;

Il COA ha la possibilità senza impegno di chiedere in prova la nostra soluzione  Arbitrato Telematico per un periodo di tre mesi. Alla fine del periodo può decidere di non proseguire con il servizio offerto.

Il servizio comprende

  1. utilizzo del software web-based senza limiti di accesso e di pratiche
  2. spazio di archiviazione documentale digitale illimitato
  3. copie di backup digitali con opzione mensile; trimestrale; semestrale
  4. utilizzo protocolli di sicurezza SSL a 128 bit
  5. utilizzo di server dedicati e certificati collocati sulla webfarm di ARUBA